Salta al contenuto
Indietro

BuenosAires2018 - Medal Alert 2

BuenosAires2018 - Medal Alert 2

L’Italia Team a BuenosAires2018 chiude il quinto giorno di gare olimpiche con un bottino 7 ori (di cui 4 vinti in team internazionali), 8 argenti (2 in team internazionale) e 8 bronzi.

Il terzo giorno di gare si apre con la vittoria del secondo Oro per la squadra Italiana: i canottieri Alberto Zamariola e Nicolas Castelnov sono infatti Campioni Olimpici Giovanili nel due senza maschile! Nel nuoto arrivano invece due Bronzi per Federco Burdisso! Uno nella gara singola dei 100 farfalla e l’altro nella staffetta 4x100sl con Thomas Ceccon, Marco De Tullio e Johannes Calloni.

Una pioggia di medaglie olimpiche c’è stata invece il 10 Ottobre!

Quattro gli ori conquistati: Talisa Torretti nel Team Event multidisciplina a squadre internazionali di ginnastica, Thomas Ceccon nei 50 stile libero, Veronica Toniolo nella gara a squadre miste internazionali di judo e infine Davide Di Veroli e Martina Favaretto nella gara a squadre miste continentali di scherma! L’argento arriva invece da Thomas Ceccon nei 50m dorso e un bronzo dalla combattente Assunta Cennamo nei -63 kg!

Thomas Ceccon, dopo essere salito sul podio e dopo aver conquistato la medaglia d’oro ha dichiarato: “non mi aspettavo tutte queste medaglie e non mi aspettavo nemmeno di andare così forte ad ottobre, un momento spesso complicato della stagione. Dopo l'europeo juniores di Helsinki a luglio e l'europeo assoluto di Glasgow ad agosto forse è arrivato il momento di gareggiare con i più grandi".

Il quinto giorno di gare parte con la vittoria della medaglia d’oro di Europa nella staffetta mista continentale di triathlon con Alessio Crociani, già medaglia di bronzo individuale. È d'argento, invece, la medaglia vinta nel golf da Alessia Nobilio e anche quella di Alessandra Cortesia nella break dance con la squadra mista internazionale. Nel pomeriggio a BuenosAires2018, il medagliere azzurro chiude con il bronzo del nuotatore Marco De Tullio.

Con il sorriso, dopo aver vinto la medaglia, racconta: “Volevo l’oro, ci credevo. Pazienza, va bene lo stesso, gli altri sono andati troppo forte. Ho cercato di mantenere energie per il finale perchè sapevo che avrei dovuto dare tutto. Gli ultimi 100 metri non ce la facevo più, però vedevo con la coda dell’occhio Kalmar e pensavo che non gliela potevo lasciare”.

Avanti così, ragazzi!